Blog

La Mole Antonelliana svetta su Torino. Una domenica con un cielo azzurro steso come un lenzuolo, nel primo pomeriggio biglietti on-line sul telefono, come ormai è la prassi entriamo affascinati dal mondo del cinema. Il museo è ospitato all’interno della mole, simbolo della citta di TORINO. (Italy). Si inizia a salire tra salette varie, ricordi di vecchie macchine fotografiche, post di film. Si parte dall’ascensore di vetro fino alla parte alta panoramica. dove su quattro lati vedi tutta Torino, Un bel venticello inizia a portare qualche nuvola in lontananza. Ed eccoci di nuovo nel percorso,  dove la prima parte della mostra è dedicata a Dario Argento , Grande regista, con un suo lato oscuro  dovuto all’infanzia? Alle ossessioni? AL CENTRO
Primo viaggio in Germania!  Ebbene mi ha veramente estasiato! Ordine, cultura, storia, arte e birra! Una settimana nella zona delle terme:Bad Saulgau, e Bad Buchau. Visite a vari castelli, tra cui Sigmaringen, la famosa biblioteca: Kloster Wiblingen, (monumentale Bibliothekssaal). La bellissima palude e le miriadi di speci ornitologiche, cicogne sui tetti come attente vedette del paesaggio sottostante. (Nabu- Naturschutzzentrum Bad Buchau)Gli edifici hanno il loro fascino, tra  travi di legno e inclinazioni varie. Anche Ulm una bellissima città con la sua cattedrale che si spinge verso il cielo! Tutto volge verso l’alto come il volo delle cicogne.
Ecco un ottima idea per camminare, in un percorso poetico. Cosa dire? Un’altra bella soddisfazione trovare la propria poesia, tra un sentiero, una nuvola e un albero. In questo periodo cosa puoi trovare di meglio che allontanarti da tutto quello che ti circonda, così triste e caotico! Tra guerre, gas elettricità. Non trovi soluzioni per proseguire la tua esistenza pacifica. Una possibile via di fuga da questo tempo è scrivere, dipingere fotografare e pensare: purché sembra strano, di viaggiare! Tra poco andrò in Germania a Bad Saulgau. Un bel viaggio in auto con delle care amiche, tra chiacchiere e risate e godendoci panorami tranquilli. Con la parvenza  di vivere in un bel mondo…
E’ una camelia, nella sua delicatezza. Rispecchia la leggerezza della primavera. I miei progetti sono sospinti dal vento delle novità e del cambiamento. Dopo il mio viaggio a Valencia ho altre mete che mi girano in testa , come fossi io un mappamondo! Forse mi aspettano le terme di Bad in Germania con un bel gruppetto di amiche, tutto veramente si evolve in maniera frettolosa. LA PANDEMIA, LA GUERRA IN UCRAINA,i conflitti vari che ci circondano. Attanagliati dalla follia del genere umano! E non c’è cura! Cambiamenti epocali segnati nel suo susseguirsi senza nemmeno essere veggenti, si dipanano davanti ai nostri occhi, classica lettura della storia. Allora vuoi viaggiare…perché capisci che non ne avrai più occasione, un senso di ribellione
Cosa c’è di nuovo in questo mese di aprile? La Pasqua, una festività molto importante per i credenti. Come comprendere la complessità di questo periodo: due letture molto differenti.Iniziamo con Calasso, “Sotto gli occhi dell’Agnello”. IL PRIMO ESSERE CHE VIENE UCCISO. Un libro da leggere con attenzione, attraverso le sue fonti emerge l’importanza della”Agnello”. EONE, gli esseri  intermediari tra Dio e il mondo. Noi siamo intermediari o siamo qualcosa di più?Luisa Piccaretta  discepola prediletta di Nostro Signore, che segue la Passione facendosene carico. La DIVINA VOLONTÀ il fulcro.   LA RIPARAZIONE DEI PECCATI DEL MONDO, E IL TRIONFO ALLA FINE DEI TEMPI.                                     

Pittrice, autrice e scrittrice, disegnatrice archeologica, ha ottenuto vari premi e segnalazioni tra cui eccelle Josè Van Roy Dalì e Mostra al Vittoriano di Roma.
Svolge un intensa attività artistica sia in Italia che all’estero ottenendo vari riconoscimenti.
Le sue opere si trovano in cataloghi d’arte moderna e in collezioni pubbliche e private.
Segnalata al Concorso Giallo Stresa con il racconto “Il gatto nero”.

Il nuovo romanzo 2020

La casa senza specchi

 

Social
Eventi in programmazione
  • Venerdi 1 febbraio ore 21.00        Biblioteca Negroni Novara
  • Sabato 9 febbraio ore 17.15         Biblioteca di Lesa
  • Venerdi 15 febbraio ore 21.00     Biblioteca di Maggiora
  • Domenica 24 febbraio ore 17.00 Biblioteca di Cavallirio