Blog


Warning: mysqli_query(): (HY000/1030): Got error 28 from storage engine in /home/pittriceluisa/public_html/wp-includes/wp-db.php on line 1924
Mani in pasta L’artista ha sempre le mani in pasta. Al liceo il professore di ornato modellato ci diceva che tenere le mani nell’argilla le avrebbe tenute morbide. Si costruiva il nostro modello, struttura o impalcatura insomma l’anima della nostra piccola scultura, con ferro o altri materiali, poi con molta maestria si modellava l’argilla. Queste ore volavano anche perché si poteva chiacchierare e chiedere consiglio. Dopo molti anni mi avevano chiesto degli oggetti artistici in ceramica. Quindi comperata l’argilla, componente terrosa fondamentale, e informandomi dove c’erano forni per la cottura mi sono messa all’ opera, non mi sono rimaste molte cose, due piccole ceramiche di prova per vedere colori e cotture.   Tecnica complessa La terracotta con una cottura, ha
Io  e la matematica alle elementari non eravamo molto in sintonia. Al liceo merito del professore Cavallaro il mio sei stiracchiato arrivava. I numeri mi hanno sempre fatto dispetti, cambiandosi, invertendosi e scomparendo tra le righe. Ogni tanto metto dei numeri nei quadri e lì finalmente si comportano bene. A volte sono un po’ nascosti tra i colori, ma io so che sono comunque liberi  di confondersi agli occhi del fruitore.
Ricordi di scuola. Come si nota dalle foto e dagli allegati che inserisco, non butto via niente di ciò che per me è significativo. Mi piace farvi conoscere la mia personalità, e quello che pubblico la rispecchia. Antichi ricordi di scuola che mi fanno rammentare la mia cara maestra che vedeva in me doti artistiche. Ho ancora i libri delle elementari con qualche appunto di fianco, dove la mia scrittura da bambina riappare e mi fa emozionare. In matematica alle elementari ero un disastro e posso persino farvi vedere un mio compito. Non mettetevi le mani nei capelli, io tutte le volte che me lo trovo davanti rido come una matta al pensiero della maestra che si sarà esaurita con
Finito il liceo Artistico ero indecisa su cosa fare, gli interessi erano tantissimi, i pochi lavori  che trovavo non davano grandi soddisfazioni. Quando si è giovani poi la sola idea di partire ti mette un’adrenalina che nessuna droga può dare. Avevo parecchi amici che in quegli anni facevano spola in Inghilterra, grazie ad uno di questi, Enrico che faceva il cuoco, ho conosciuto una ragazza di Omegna, Edi, con cui partire.  Un’esperienza indimenticabile la mia partenza per Londra esattamente giovedì 14 ottobre 1982.  Non sapevo una parola di Inglese, perché al Liceo in quegli anni non c’era la lingua straniera, ma questo non è stato assolutamente rilevante.Londra era piena di Italiani. Tutto ciò che immaginavo dai vari racconti e da

Pittrice, autrice e scrittrice, disegnatrice archeologica, ha ottenuto vari premi e segnalazioni tra cui eccelle Josè Van Roy Dalì e Mostra al Vittoriano di Roma.
Svolge un intensa attività artistica sia in Italia che all’estero ottenendo vari riconoscimenti.
Le sue opere si trovano in cataloghi d’arte moderna e in collezioni pubbliche e private.
Segnalata al Concorso Giallo Stresa con il racconto “Il gatto nero”.

Prossimo evento 31 gennaio 

Briga Novarese

Social
Eventi in programmazione
  • Venerdi 1 febbraio ore 21.00        Biblioteca Negroni Novara
  • Sabato 9 febbraio ore 17.15         Biblioteca di Lesa
  • Venerdi 15 febbraio ore 21.00     Biblioteca di Maggiora
  • Domenica 24 febbraio ore 17.00 Biblioteca di Cavallirio