La Mole Antonelliana svetta su Torino. Una domenica con un cielo azzurro steso come un lenzuolo, nel primo pomeriggio biglietti on-line sul telefono, come ormai è la prassi entriamo affascinati dal mondo del cinema. Il museo è ospitato all’interno della mole, simbolo della citta di TORINO. (Italy). Si inizia a salire tra salette varie, ricordi di vecchie macchine fotografiche, post di film. Si parte dall’ascensore di vetro fino alla parte alta panoramica. dove su quattro lati vedi tutta Torino, Un bel venticello inizia a portare qualche nuvola in lontananza. Ed eccoci di nuovo nel percorso,  dove la prima parte della mostra è dedicata a Dario Argento , Grande regista, con un suo lato oscuro  dovuto all’infanzia? Alle ossessioni? AL CENTRO UN MAGNIFICO COLTELLO INSANGUINATO. Per una come me scrittrice di gialli: il suo regno. Atmosfera bizzarra e surreale, tra manifesti, sequenze di film, costumi, oggetti di scena, colonne sonore, creature meccaniche. Tutti immersi in una atmosfera particolare che senza renderti conto continui in un vortice a salire poi scendere, poi salire.   Tutto procede, il tempo scorre, tra un salire scendere, visitare spazi , osservare curiosi, provare giochi di ombre e scattare foto. Dopo circa tre ore di vagare si decide di uscire. COME USCIRE DALLA MOLE DI TORINO? Naturalmente non chiedi, perché come si sa, o come dovrebbe essere seguendo il percorso dovresti trovare il cartello :USCITA! Riprendi a salire a scendere a essere richiamati perché cerchi una scorciatoia. Nel frattempo altri si erano aggiunti con aria circospetta incrociandoci sopra, sotto… Vedevo già il prossimo romanzo: PRIGIONIERI della MOLE! Decido saggiamente di chiedere e mi accorgo che c’era una bella fila: tutti a chiedere dove era l’uscita! totale l’uscita era una porta anti panico che non aveva nessun cartello. La folla non sapeva se era quella la porta, poi prendo in mano la situazione, apro il maniglione e mi ritrovo su delle scale infinite che scendono seguita da vari gruppi, famiglie, che come noi non trovavano l’uscita!  Finalmente Diabolik!  E dopo poco l’atrio  E finalmente assaggio di dolci tipici, io poi adoro il cioccolato! Piemonte veramente fantastico! Ultimo giro  per la meravigliosa citta, dove non basta un giorno per visitarla, specie se rimani imprigionato in qualche museo, non vorrei   pensare  al museo Egizio. alcune mummie siano di visitatori che non hanno trovato l’uscita!