Una testa dipinta di polistirolo.

Ecco dalle nostre teste escono mille pensieri, fantasie, oggi voglio ricordare un autore a me caro: Gianni Rodari di Omegna sul lago D’Orta. Uno tra gli scrittori più tradotti e noti anche nel mondo. Mentre molti autori vengono citati, trattati, analizzati Gianni Rodari compare di meno. Maestro nelle scuole elementari,  comincia a insegnare e inventare favole, filastrocche e storie strane. Secondo il mio parere è stato uno tra i più grandi scrittori per l’infanzia, si trova anche una vena poetica in molti versi, Rodari sollecita la fantasia, diventano un gioco i suoi versi fatti di parole che a volte sembrano senza senso. Con le parole si può giocare.

Rodari ha scritto:

“Le favole dove stanno?

Ce n’è una in ogni cosa:

nel legno del tavolino,

nel bicchiere, nella rosa…”

Siamo tutti poeti se sappiamo leggere ciò che ci circonda con ironia, sentimento. Usiamo la nostra fantasia, liberiamoci da stereotipi e guardiamo il mondo con occhi diversi.