IO  E IL MIO CUORE. 

Miracoli

Oggi vi parlerò del mio cuore, non tanto quanto i sentimenti vari che lo possano coinvolgere, ma proprio come muscolo. Chi non ha problemi di salute? Gravi meno gravi…insomma a volte delle vere” patate bollenti” che uno non sa come risolvere. Io ho iniziato nel 2015 dopo una visita del medico sportivo, che pur dicendo che stavo bene…mi ha fatto subito ricoverare un mese a Veruno. Prima non sentivo neppure il battito poi ero io e lui! In conclusione una malattia alquanto importante: Miocardiopatia dilatativa. Io credo nei miracoli, perché da quando me l’hanno diagnosticata sono ancora qui a fare le mie cose, senza strapazzarmi troppo.

Adesso c’è stato un peggioramento e naturalmente sono presa dai dottori e dagli esami, ma rimango sempre fiduciosa nella medicina che fa passi da gigante nella ricerca.

Fatalismo

Vedremo se anche questa volta si riuscirà a mettere una pezza e farlo riprendere a battere come un orologio carico. Io sono molto fatalista, tutti hanno la loro ora per nascere e per morire. Quando avrò finito il mio compito sulla terra o per il cuore o per un incidente o per qualsiasi caso fortuito passerò dall’altra parte. Essendo credente vedo già il mio spirito che si perde nell’universo.

Ogni evento si verifica in modo ineluttabile.

Vivere con gioia ogni giorno è la mia filosofia di vita.